Contatore siti Fiori di Bach: i 12 guaritori - Appunti di seminario di Luis Jimenez (Parte prima) - Fiori per l'anima

Fiori di Bach: i 12 guaritori - Appunti di seminario di Luis Jimenez (Parte prima) - Fiori per l'anima

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fiori di Bach: i 12 guaritori - Appunti di seminario di Luis Jimenez (Parte prima)

Approfondiamo > 2004-2009

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Spesso pensiamo di avere già tutto chiaro sui fiori di Bach e sul loro uso e rimaniamo affascinati dalle novità. In realtà molto c'è da dire su questi fiori. Uso gli appunti presi ad un seminario nel 2008, per raccontarvi come Luis Jimenez (presidente dell'associazione spagnola dei floriterapeuti) parla dei 12 guaritori esulando dalle solite definizioni.

MIMULUS
Lezione

Se non fosse per il mio corpo, la mia anima non potrebbe sentire la vita, non potrebbe esprimerla. Il corpo è il tempio dell’anima. La maggior parte degli esseri umani non si sentono a loro agio con il proprio corpo. Cerchiamo di metterci a forza nei pantaloni, quando è il pantalone che deve entrarci. Ma tiriamo in dentro la pancia per non prendere una taglia in più. Non ci piace il nostro corpo, lo sdegniamo ed è un atteggiamento che riguarda MIMULUS che ci insegna a rispettare il corpo. Se non sentissimo MIMULUS scoppieremmo o moriremmo in incidenti nel traffico. La paura della malattia, della morte, della sofferenza, mantengono il rispetto per il corpo. Quando l’essere riesce a sentire l’amore per il proprio corpo, allora la paura perde l’intensità, perché la paura copre l’inconsapevolezza e non permette all’anima di sperimentare il qui e ora.
Non bisogna guardare al passato e fermarsi a raccontare i suoi processi perché la realtà è qui ed ora e noi siamo parte della sua realtà. L’anima ha scelto la nostra personalità per fare un pezzo di strada insieme.
Intenzione positiva
Preservare la mia vita
Limitazione
Paura di ciò che conosco cioè che posso nominare, quindi so le cose che mi fanno paura e non mi fermo a chiedere come faccio a non sentire paura di queste cose.
Virtù
Compassione. Essere compassionevole è dimenticarsi di se stessi per poter fare attenzione all’altro, quindi è amore. E nell’amore non può entrare la paura.

IMPATIENS
Lezione
Deve apprendere che esistono due realtà ben definite. Il tempo mentale (il qui e ora) e il tempo fisico. La distanza tra questi due punti è una perdita di tempo perché lui è già nell’altro posto. La sua lezione è che la vita sia un processo, non un termine, quando finisce qualcosa ha bisogno di iniziarne un’altra. Deve imparare a godere del processo, invece lui vuole la realizzazione della fine. Mette frette a chi lo accompagna perché si impedisce di avere i tempi degli altri. Perciò lavora solo, è solo, le persone lo innervosiscono perché sono lente. La sua mente è in continuo movimento perché sta sempre nel posto successivo. Proprio per questo si ferisce molto. Se gli facciamo la domanda di che colore è la facciata del suo edificio non lo saprà.
Intenzione positiva
Dare la sensazione di velocità. A volte dietro questo atteggiamento si nasconde la pigrizia per potersi finalmente sedere alla fine. Lo vuole fare molto in fretta per riposare ma alla fine non riposa mai perché ha sempre qualcosa da fare. Sono stressati e un po’ crudeli perché le risposte alle persone da questa velocità non sono dolci
Limitazione
Non si gode la sua lezione, che è quella del processo, della passeggiata, del godere della distanza tra due punti, del comprendere che quello che nella sua mente è già realizzato, sul piano fisico deve ancora esserlo.
Virtù
Perdono o pietà. Cosa è la pietà? C’è una bellissima statua della pietà a Roma. La vergine che aveva tutto il diritto del mondo di essere agitata perché le avevano ucciso il figlio invece ha un volto che esprime amore. La pietà è uno stato che mi permette di continuare ad amare indipendentemente da quello che mi hanno fatto. Mentre IMPATIENS pensa che gli altri lo innervosiscono, li odia, perché lo frenano, non vanno alla sua velocità. Se sviluppa pietà e perdono sarà sereno ma dovrà comprendere perché va così velocemente e comprendere che esiste una differenza tra corpo mentale e fisico. E quando si integrano e viene compresa la sua visione del mondo, lui sarà completamente diverso. I rimedi aiutano la persona a comprendere questo processo, ma non smetterà di essere IMPATIENS perché questo è il suo cammino, la sua strada, la sua necessità di esplorazione in questa vita. Grazie a persone IMPATIENS ci sono i treni ad alti velocità, i bancomat per non fare coda, i cellulari perché non c’è filo che ti impedisca di spostarti. Il suo problema è fermarsi. Fa le scale invece di prendere l’ascensore, ma non perché soffre di claustrofobia, ma solo perché non può aspettare l’ascensore. La sensazione di movimento è affascinante per IMPATIENS. Per questo quando arriva alla conclusione è già da un’altra parte, non gli interessa il come, ma solo il finire.

CLEMATIS
Lezione
L’ideale si fa carne attraverso l’esperienza di ciò che non è ideale. La creatività è lo spazio nel quale ci ispiriamo. È uno spazio all’interno dell’inconscio collettivo attraverso cui il nostro inconscio si nutre. Quello che portiamo alla vita fisica non é proprio nostro, ma accediamo a questo universo di idee e abbiamo la capacità di sintetizzarle qui. Nella mente l’ideale è libero mentre nella materia si trasforma. CLEMATIS non vive l’esperienza perché aspetta che coincida con quello che ha idealmente concepito. Esplorare la vita anche se non coincide con la sua idea astratta della stessa. Concretizza l’idea in carne, fino a che l’idea e l’opera si possono incarnare nello stesso tempo
Intenzione positiva
Mantenere l’Idea sempre intatta e non contaminarla con niente di terrestre.
Limitazione
Donne che non hanno relazioni con uomini perché aspettano l’uomo ideale. Persone che non accettano nessun lavoro perché nessun lavoro è quello ideale, quindi il risultato è che si mantengono a distanza dalla vita. Bach disse che questa tipologia era una elegante forma di suicidio
Virtù
Dolcezza e bontà anche se sembra contraddittorio.
Per spiegarmi faccio l’esempio della situazione in cui ci si sta per addormentare nel sonno pomeridiano, nel momento di soglia in cui non si ha coscienza che si sta dormendo e qualcuno ti sveglia, la risposta è aggressiva, non è né dolce né amabile. È la reazione di CLEMATIS quando qualcuno cerca di risvegliarlo dal suo sonno.

AGRIMONY
Lezione
Adattamento. Senza perdere la sensazione individuale di personalità. Mi permette di essere adeguato in qualsiasi circostanza senza alterare quello che Io sono. L’immagine che spiega AGRIMONY è l’acqua, che può passare da un contenitore all’altro ed essere sempre acqua e se fa molto freddo diventa ghiaccio, molto caldo vapore, ma rimane sempre acqua. Si adatta permanentemente alle condizioni
Intenzione positiva
Essendo come è abitualmente può stare con la gente che vuole come vuole. È la via di entrata al gruppo.
Limitazione
AGRIMONY perde la relazione con se stesso quindi smette di sentirsi perché per poter fare parte del gruppo deve poter accettare quello che uno dice, siccome ha paura di non essere accettato dal gruppo non dice nulla. Con il tempo non sa più quello che sente, ma così può continuare a mantenersi nel gruppo senza problemi. Vivrà con ansia questa appartenenza e quindi avrà bisogno di qualche ingrediente additivo, qualche vizio compulsivo.
Virtù
La calma è la conseguenza dell’essere autentici. Quando si sente quello che si sta sentendo, si vive calmi e tranquilli. Il terapeuta deve aiutare AGRIMONY a vivere quello che sente.

CHICORY
Lezione
La lezione è la generosità che non è dare quello che ci avanza, che non ci piace o che non usiamo. Se si parla di generosità si parla dell’abbandono, del lasciarsi andare, dell’essere se stessi fino in fondo in un servizio. La vita è un atto di servizio. La generosità è centrata sul fatto che si può essere generosi con il nostro tempo. La generosità è la capacità di godere senza aspettarsi altro in cambio perché mi sento già realizzato ora in quello che sto facendo.
Intenzione positiva
Mantenere l’idea che non ci sarà mai nessun altro che amerà quanto ama lei. La possessività non è vissuta come limitazione ma come atto amoroso, ma non sa amare in un’altra forma che quello di vincolare l’amore a se stesso perché ha paura che gli altri non sappiano dare l’amore
Limitazione
possessività
Virtù
La generosità è libertà attraverso l’amore. Stimolare la libertà dell’altro è l’atto di amore per eccellenza

VERVAIN
Lezione
Ognuno di noi ha la possibilità di potersi difendere da solo. Le ingiustizie sono solo una percezione della sua mente ideale a cui piace il racconto. La cosa migliore che possiamo fare per aiutare qualcun altro è renderlo consapevole dell’ingiustizia, fargli apprendere la misura senza essere un debole.
Intenzione positiva
Non so godere se gli altri non godono. Non mi piace avere piacere da solo, se trovo qualcosa che mi piace desidero condividerlo con tutti.
Limitazione
La limitazione di questo fiore ci è sempre stata raccontata come eccesso di entusiasmo. Invece non è un eccesso di entusiasmo ma proprio l’entusiasmo in se stesso. VERVAIN è convinto che deve passare quello che sta facendo con molta intensità e amplifica le cose mentalmente, tanto che nel momento in cui si verificano quelle cose, non prova lo stesso entusiasmo. Quindi è il vivere con entusiasmo come una modalità. VERVAIN ha la capacità di vivere pienamente l’istante che sta vivendo, non esiste né dopo né domani
Virtù
Tolleranza rispettare i modi le forme le idee delle altre persone, apprendere la misura senza essere un debole.

(... continua qui)


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu