Contatore siti CERATO - Fiori di Bach - Fiori per l'anima

CERATO - Fiori di Bach - Fiori per l'anima

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CERATO - Fiori di Bach

Floriterapia > Fiori di Bach > I singoli fiori

Fa parte dei dodici guaritori
Nome: Cerato - Ceratostigma willmottiana - Fam.: Plumbaginacee
Colore: blu
Riconosciuto: 1930, vicinanze Cromer
Classe di appartenenza: Per coloro che soffrono di incertezza
Preparazione: Metodo del sole

 

Per coloro che non hanno abbastanza fiducia in se stessi per poter prendere da soli delle decisioni. Chiedono sempre consigli agli altri, ma ne sono spesso fuorviati. (1936 I dodici “guaritori” e altri rimedi)


Per coloro che non sembrano avere alcun interesse nella vita; che non hanno molta fiducia né confidenza in se stessi. Chiedono sempre consiglio a diverse persone ma non lo seguono, non provano mai la soddisfazione di avere la risposta che cercavano. Spesso desiderano fare cose apparentemente prive di senso.  (1934 I dodici “guaritori “ ed i sette aiuti)


SFIDUCIA IN SÉ Le persone che vengono influenzate troppo facilmente. Per coloro che non hanno fiducia in sé, che dipendono troppo dal consiglio degli altri e ascoltano prima una persona, poi un’altra. La mancanza di autostima le porta ad ammirare e fidarsi troppo di coloro che hanno opinioni decise; a causa di questo possono finire facilmente nei guai. Durante la malattia sono sicurissime che una certa cosa le curerà fino a quando non ne sentono un’altra; passano da un esperimento all’altro secondo l’ultimo consiglio. Faranno praticamente qualsiasi cosa, giusta o sbagliata che sia, se l’argomento è abbastanza convincente. Non hanno fiducia nel proprio buon senso. Anziché avere propri desideri e aspirazioni, citano spesso ciò che gli altri hanno pensato o consigliato. Le idee e le opinioni degli altri sono troppo importanti, e ciò li deruba della loro personalità. Avranno sempre qualche scusa per tutto ciò che fanno. (1933 I Dodici “guaritori” e i quattro aiuti)


sono gli sciocchi Sarebbero saggi insegnanti e istruttori se non ascoltassero troppo le opinioni altrui e non si facessero influenzare troppo facilmente dalle circostanze esteriori. (1933 Dodici guaritori)


Il paziente che vuole fare cose stupide, che ascolta il consiglio di chiunque, che sperimenta ogni tipo di cura suggerita (1933 Dodici grandi rimedi)


IGNORANZA SAGGEZZA Sei uno di coloro che si ritengono saggi; potresti essere   un filosofo e una guida ai tuoi fratelli? Senti dentro di te la capacità di   consigliarli nelle difficoltà, di lenirne le sofferenze, di aiutarli in tutti   i problemi; ma, poiché non hai stima di te stesso, non riesci a farlo, forse   perché stai ascoltando troppo la voce degli altri e fai troppa attenzione   alle convenzioni del mondo? Comprendi che è solo questa mancanza di fiducia   in te stesso, questa ignoranza della tua saggezza e della tua consapevolezza,   che ti portano ad ascoltare troppo attentamente il con­siglio degli altri?

 
In tal caso Cerato ti aiuterà a ritrovare la tua   individua­lità, la tua personalità e, libero dalle influenze esterne, ti   renderà capace di usare il grande dono della saggezza che possiedi per il   bene dell’umanità. (1932 Libera te stesso)

SFIDUCIA IN SE' - Sono le persone che vengono influenzate troppo facilmente. Per coloro che non hanno fiducia in sé che dipendono troppo dal consiglio degli altri e ascoltano prima una persona, poi un’altra. La mancanza di autostima le porta ad ammirare e fidarsi troppo di coloro che hanno opinioni decise; a causa di questo possono finire facilmente nei guai. Durante la malattia sono sicurissime che una certa cosa le curerà fino a quando non ne sentono un’altra; passano da un esperimento ad un altro secondo l’ultimo consiglio. Faranno praticamente qualsiasi cosa giusta o sbagliata che sia, se l’argomento è abbastanza convincente. Non hanno fiducia nel proprio buon senso. Anzichè avere propri desideri ed aspirazioni, citano spesso ciò che gli altri hanno pensato o consigliato. Le idee e le opinioni degli altri sono troppo importanti, e ciò li deruba della loro personalità. Avranno sempre qualche scusa per tutto ciò che fanno.


LO SCIOCCO Per coloro che   cercano di andare avanti ma sono diso­rientati, incapaci di definire il bene   e il male. L’ignoran­za li rende sconsiderati nella scelta degli amici, nel   lavo­ro, nel piacere e nelle influenze che lasciano entrare nella propria   vita. Coloro le cui intenzioni sono buone, ma la capacità di discernimento   modesta.

Si concentrano   troppo sui dettagli della vita, mancando i principi fondamentali; convenzioni   e faccende minute prevalgono sulle questioni più importanti.
Spesso si lasciano   sfuggire delle opportunità per delle distrazioni insignificanti; gettano alle   ortiche il lavoro di una vita per il cattivo consiglio di un parente o un com­pagno.   Esagerano grandemente gli obblighi che devono verso un altro fratello mortale;   si legano a qualche perso­nalità dominante quando dovrebbero aiutare molti   altri. Sono deboli e creano scuse per il proprio persecutore, come una donna   che difenda il marito ubriaco che la maltratta. Interiormente sono infelici   perché compren­dono, nell'inconscio, che stanno sprecando il proprio tempo;   sono segretamente insoddisfatti dei propri sfor­zi. Se solo si riuscisse a   fargli comprendere la propria stupidità, migliorerebbero. Questa classe è la   vittima dell’Egoista e del Distruttore.
Questo rimedio porta la saggezza per comprendere la verità e la capacità di giudizio per definire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato; inoltre, una volta trovata la   giusta via, produce la forza e la capacità di mantenersi su di essa. (1930 Alcune considerazioni...)
 
tratto dagli scritti di E. Bach, in particolare dal libro: Le opere complete - Edward Bach - Macro


macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

FLORIT  5 CERATO (Cerato)
Qualità da sviluppare
  SAGGEZZA
Squilibrio Sofferenza, insoddisfazione, inadeguatezza, si conforma al mondo esterno Sto sempre chiedendo consigli attorno a me? Tengo troppo conto delle convenzioni?
Elementi di riflessione   Dubito della mia capacità di decisione? Ho tendenza ad imitare gli altri? Desidero sempre provare altre cose? Sono redulone? Sono troppo chiacchierone? Sto sempre ponendo domande? Sto sempre rimettendo in causa? Sono in ammirazione delle persone che sembrano più sicure di sé stesse? Credo di essere un filosofo che può dare buoni consigli?
Caratteristiche esterne   Chiede di continuo il parere altrui e cerca conferme. Accumula dati. Ascolta l'ultimo consiglio e sbaglia. Ripete continuamente l'errore di affidarsi agli altri anziché dare ascolto alla sua voce inferiore. Fa la figura dello sciocco perché continua a sbagliare. Sbaglia e dice: "Sapevo che dovevo fare come dico io". Portamento indeciso.
Caratteristiche interne   Poca autostima: non si fida delle sue intuizioni. La parte razionale procura dubbi e incertezze. Difficoltà nel decidere. Facilmente influenzabile: Si autoconvince che è meglio fare come dicono gli altri. Cambia idea facilmente. Curioso, bisognoso di conoscere e sapere perché insicuro. Senso di inadeguatezza.
Descrizione floriterapia   È una pianta perenne. È originaria dell'Asia e dell'Himalaya. I germogli del fusto crescono leggermente inclinati cosicché il fusto, pur essendo eretto, sembra andare ogni volta in una direzione diversa
PT DISPERSIONE
II rimedio aiuta a interiorizzarsi e a ricomporre la frattura tra il mondo interiore e quello esterno.

Scheda Tratta da "Comprensione ed utilizzo dei fiori di Bach" - Florit - PromoPharma



APPROFONDIMENTI AL FIORE DI LUIS JIMENEZ (appunti)

Lezione
C'è una differenza tra conoscenza e saggezza. La conoscenza è il frutto dello studio della trasmissione di un’idea a livello cognitivo. La saggezza è frutto di esperienza che è qualche cosa non trasmissibile. Possiamo trasmettere un’idea ma non possiamo trasmettere come incarnare questa idea in un atto di saggezza. La saggezza è il frutto di un percorso esperienziale che ci porta ad incarnare l’esperienza. CERATO ci parla di saggezza e di certezza. La certezza a volte si confonde con la mancanza di errore. Ci sono molte persone che non fanno cosa vorrebbero fare per paura di sbagliare, ma non esiste un errore se non nell’esperienza. In questo caso per non incorrere in un errore cerchiamo qualcun altro che ci dica cosa fare. La lezione quindi è che la saggezza consiste nel vivere l’esperienza, e la certezza è solo nel momento in cui iniziamo l’atto. Molte persone pretendono di conoscere dall’inizio tutto il tragitto che porta al compimento e questo è impossibile. L’intuizione (che ci porta CERATO) è la virtù dell’anima che ci permette di sapere in ogni istante quale è il nostro obiettivo. È uguale all’istinto per gli animali. Quello che dobbiamo imparare con CERATO è cosa significa realizzare in quel momento quello che è giusto per noi
Intenzione positiva
Non assumersi la responsabilità e passarla ad altri
Limitazione
Chiedere continuamente all’esterno cosa è giusto e corretto fare. Se qualcun altro mi dice cosa fare Io non ho responsabilità di delle conseguenze. Qualcun altro sceglie per noi la vita
Virtù
La saggezza è la conseguenza di una vita piena di esperienza. Ci sono persone con molta conoscenza e poca esperienza, quindi nessuna saggezza. Nel film "il genio ribelle" il ragazzo era CERATO: tanta testa e nessuna esperienza. L’esperienza commuove e la commozione provoca una reazione di comprensione che abbiamo vissuto in quel momento della nostra esistenza. E questo diventa una parte integrante della nostra anima. Non dobbiamo pensare a quell’elemento perché noi siamo quell’elemento. Ci invita ad esplorare la vita con una conoscenza diretta per diventare anime sagge. Quando arrivano persone CERATO, le invito ad addentrarsi nella vita, a vivere esperienze con la loro zona d’ombra.  Per esempio potrebbe essere un grande esperto di sessualità e di tutte le posizioni tantriche, ma che non ha praticato sesso. Come si può essere consapevoli di ciò che si afferma? La lezione quindi riguarda l’apprendimento diretto attraverso la conoscenza. La cultura attuale è solo mentale e denigratoria nei confronti dell’esperienza. Mentre siamo qui sulla terra per sperimentare. CERATO invita a esplorare con gli occhi aperti.

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu