Contatore siti Presente e futuro della terapia con le essenze floreali (Clelia Olazo) - Fiori per l'anima

Presente e futuro della terapia con le essenze floreali (Clelia Olazo) - Fiori per l'anima

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Presente e futuro della terapia con le essenze floreali (Clelia Olazo)

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Attualmente, la terapia con Essenze Floreali è indispensabile, poichè è il sistema più efficace per il recupero dell'armonia psicofisica. Da quando si è dimostrato nei laboratori di ricerca che le emozioni, gli atti di volontà, l'attività intellettuale e spirituale, producono nel Sistema Nervoso, la comparsa, l'aumento, la diminuzione o la soppressione di diversi neurotrasmettitori, è diventato palese la necessità di affrontare la terapia tenendo conto di queste interrelazioni: ciò che ogni persona pensa o sente ha effetto sulle funzioni neurologiche, endocrine e immunitarie dal corpo, e quindi sulla sua salute.

Si consideri che:

  • La farmacologia allopatica non ha prodotti che aiutano a riequilibrare le emozioni, perché quelli che esistono bloccano o sopprimono determinati sistemi biochimici che, oltre a mascherare le emozioni sottostanti, hanno altri effetti collaterali indesiderati (assuefazione, deficit di attenzione, alterazioni funzionali ed organiche del midollo osseo, fegato, sistema nervoso, etc.).

  • La maggioranza dei medici allopatici hanno deciso semplicemente di ignorare tutti i progressi della neurofisiologia e psiconeuroimmunologia: non hanno armi terapeutiche; considerano che le emozioni sono campo della psichiatra; negli ospedali c'è solo il tempo per la diagnosi organica; ci sono più specialisti e meno medici di famiglia. Si usano apparecchiature sempre più sofisticati, con eccellenti risultati diagnostici se esistono già lesioni organiche ma, nella medicina allopatica, non ci sono risorse terapeutiche specifiche per il substrato emozionale che ha prodotto, o può produrre, quella patologia.

  • Con le Essenze Floreali di Bach e quelle di "Nuova Generazione", abbiamo la possibilità di equilibrare le emozioni che alterano QUELLA persona, in modo da poter affrontare o risolvere in qualche modo, il SUO problema:  possiamo fare prevenzione.

 
Noi crediamo che LA MEDICINA PREVENTIVA SIA UNA NECESSITÀ per tutti e non solo nei paesi sviluppati. Sono di primaria importanza le norme di igiene, la prevenzione per le malattie trasmissibili e la preparazione adeguata alla vita, tanto quanto ricevere amore, alimenti ed istruzione, ma è sicuro che si verificano sempre eventi che producono alterazioni emozionali, in maggiore o minore grado e dove è necessaria la terapia floreale specifica.

Purtroppo, sono ancora pochi gli adulti che si controllano preventivamente, ma in pediatria è molto facile fare questo tipo di assistenza, non solo ai bambini, ma all'intera famiglia, perché i pediatri possono avere con tutti loro una relazione più stretta e continua attraverso gli anni. Uno studente a cui cala il rendimento, a cui aumenta o diminuisce la famiglia, un cambiamento di scuola, di impiego o di abitazione, e molti altri eventi normali nella vita, possono essere stressanti e richiedono aiuto. La cura preventiva può evitare lo sviluppo di malattia più serie che hanno un impatto comportamentale, funzionale e anche biologico (cambiamenti di umore, insonnia, gastrite, ipertensione, ecc.).

Le essenze floreali possono aiutare le persone a gestire le situazioni conflittuali, per trovare possibili soluzioni o adattarsi a nuove circostanze. Credo che nella pediatria e nella medicina dell'adolescenza, sono la prima scelta per mantenere la salute fisica e mentale, e attualmente, sono la terapia più efficiente, economica e facile da usare per i disturbi comportamentali, problemi di linguaggio-apprendimento, ritardo psicomotorio, e in altre aree in cui farmacopea allopatica non ha farmaci appropriati.


In prevenzione, il trattamento deve essere dinamico e regolato alle circostanze. Negli eventi molto traumatici, le composizioni di urgenza sono utili nelle prime 12/72 ore, ma dopo il trattamento deve personalizzarsi ed essere preso per una due settimane, eccetto nei casi di lutti o perdite in cui può essere necessario prolungarlo a due o più mesi.  
Per quanto riguarda il TEMPO DI TRATTAMENTO, il grande vantaggio della terapia con le essenze floreali è che, per essere in grado di bilanciare e ripristinare i livelli energetici, non è necessario usarli per molto tempo. Nella nostra esperienza, solo i casi di ritardo mentale o lesioni organiche, richiedono un trattamento per lunghi periodi di 2 o più anni. Successivamente, la maggior parte delle persone con questi problemi, può stare bene con un trattamento di mantenimento di 10 giorni al mese, o 1/2 giorni alla settimana, soprattutto quando si spera di superare quello che è stato già raggiunto, o se ci sono state problematiche fisiche o emotive che possono scatenare quegli stessi problemi.

Nei problemi di minor impatto, i terapeuti devono sapere che se hanno dato l'indicazione adeguata, il consultante sente un miglioramento o si sente molto bene, in pochi giorni (a volte in ore) e, il trattamento dovrà essere cambiato in accordo con il progresso ottenuto: ricordiamo che ogni essenza floreale ha uno "spettro" energetico di azione ed è possibile che riequilibrando il corrispondente dell'essenza indicata, successivamente si debba usare un'altra essenza con azione a livello energetico differente, o semplicemente che mantenga l'armonia ottenuta. In questo caso poche dosi al mese sono sufficienti.
Con l'ampiezza del repertorio attuale delle Essenze Floreali, si possono ottenere eccellenti risultati in molto poco tempo: è indispensabile studiare, approfittare delle esperienze dei ricercatori o dei terapeuti riconosciuti e non limitarsi al sistema che ci lasciò il Dr. Bach; egli stesso non smise di cercare fino alla sua morte e ci ha trasmesso l'incoraggiamento a trovare nuove essenze quando ha scritto che ogni posto ha i fiori di cui hanno bisogno i suoi abitanti.  

La conoscenza della fisica quantistica applicata alla biofisica e biochimica cellulare, comprovano che esistono energie che non si erano quantificate e, di conseguenza, non erano state considerate, ma che sono determinanti nel funzionamento degli organismi viventi. Ci sono vari gruppi di ricercatori che studiano il meccanismo di azione delle medicine che apportano solamente energia come il caso delle Essenze Floreali e dell'omeopatia. Con questi risultati indagini, sarà più facile per tutti accettare la terapia floreale, benché chiunque abbia usato Essenze Floreali sa quanto sono efficaci se sono ben indicate.
  
È facile concludere che è assolutamente necessario che si insegni la Terapia con Essenze Floreali in tutti i sistemi sanitari, come si è già stabilito a Cuba, e come è corretto che chi desidera essere Terapeuta floreale abbia una formazione paramedica ben programmato e condotto.  



Articolo tratto dal sito www.laredfloral.com - Liberamente tradotto da Antonella Napoli

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu