CALIFORNIA WILD ROSE - Repertorio californiano Fes - Fiori per l'anima

Vai ai contenuti

CALIFORNIA WILD ROSE - Repertorio californiano Fes

Floriterapia > Fiori californiani Fes > I singoli fiori

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Nome: Rosa californica

Colore: rosa

Arbusto della famiglia delle Rosacee che cresce spontaneo nei boschi, nelle radure e lungo i torrenti. I fiori sono rosa. La rosa selvatica californiana è molto simile a quella europea.

Chi ha bisogno di questo rimedio vive in uno stato di apatia e di passività che lo isola dal resto del mondo e soprattutto dalla sua parte più bella e creativa, perciò appare demotivato, triste, svogliato, incerto e annoiato. La sua esistenza è ridotta ad una grigia e monotona routine priva di entusiasmo, di slanci creativi, di amore e di gioia. L'essenza aiuta a prendere possesso del proprio corpo e a prendersi in carico le proprie responsabilità e propri doveri sulla Terra.
Favorisce la presa di coscienza delle finalità della vita e della responsabilità che ogni creatura ha nei confronti della propria vita. Persone che non sentono avversione o inclinazione verso persone, attività o cose. Indolenti, senza vigore o energia. Sembra che niente di quello che succede riesca a svegliare il loro interesse. Molte volte possono cadere nella trascuratezza e la svogliatezza totale.
Stimola le forze dell'amore, in modo che l'individuo trovi l'entusiasmo per la vita terrena, per i doveri sociali e per i rapporti umani.

  • Assenza di motivazione per lottare, specialmente in malattie prolungate ed in convalescenze.

  • Durante il processo di invecchiamento, aumenta la connessione col mondo fisico ed evita preoccupazioni eccessive per la morte.

  • Per rigenerare l'entusiasmo nel quotidiano.

  • Agli adolescenti o giovani adulti per permettere di trovare i propri ideali, e la propria vocazione nella vita.

  • È anche utile in fobie a posti piccoli o chiusi.

  • Si usa per superare la stagnazione e la lentezza.

  • Sviluppare l'altruismo e mitigare l'aridità emotiva

  • Scarso appetito e scarsi interesse per il mondo fisico (anche bambini)

  • Per accettare il dolore sofferto nell'infanzia, soprattutto quando questo dolore ha represso le energie del cuore e la forza di volontà; per superare il ruolo di vittima, intraprendendo il ruolo di adulto impegnato pienamente nella vita

  • Coinvolgimento entusiastico nella vita da accettare con tutti i suoi dolori e gli ostacoli

  • Accettare i sentimenti dolorosi del cuore quando si tende ad evitare il dolore o le vere esperienze di vita

  • Noia o mancanza di interesse per lo studio

  • Per le gravidanze difficili, capacità di ancorare la nuova vita sulla terra

  • Per chi si trattiene dal pieno coinvolgimento nella vita perchè rifiuta l'esperienza del dolore, disimpegnandosene completamente

  • Chi non si coinvolge nel grpp o nella comunità e desidera che siano gli altri a fare tutto


Dr.ssa Antonella Napoli, Psicologa e floriterapeuta, P.I. 001355428886
Torna ai contenuti