CHRYSANTHEMUM - Repertorio californiano Fes - Fiori per l'anima

Vai ai contenuti

CHRYSANTHEMUM - Repertorio californiano Fes

Floriterapia > Fiori californiani Fes > I singoli fiori

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Nome: Chrysanthemum morifolium (Crisantemo)

Colore: rosso-marrone

Pianta erbacea perenne della famiglia della Composite molto profumata. Ha steli ramificati, eretti, foglie ovate, dentate e carnose di colore grigio-verde e fiori in capolini solitari o in corimbi, esterni gialli ed interni marroni.

Per chi ha paura di morire (anche se non è ammalato o anziano) e di invecchiare. Sono persone che sono attaccate alle cose materiali, fortemente preoccupate del benessere finanziario o del successo sociale e vogliono accumulare beni che potrebbero essere utili nel caso succeda loro qualche cosa. Sono eccessivamente razionali, logici e con un forte amore proprio. Respingono la vecchiaia propria ed altrui e si disperano davanti al passare del tempo. Utile per la crisi di mezza età.
Persone che hanno perso il contatto consapevole con la propria parte spirituale, quindi sono tormentate dalla paura di perdere ciò che costituisce l'oggetto della loro identificazione o quella che credono essere la finalità della loro vita. Il disagio interiore sfocia spesso in angosce, depressioni e crisi esistenziali vere e proprie, soprattutto nella seconda parte della vita, quando il corpo, che incomincia a sfiorire, non è più in grado di sostenere attività intense. La persona ha quindi l'impressione di sentirsi fuggire di mano la vita e ha paura di perdere tutto ciò che fino a quel momento le è sembrato importante: la giovinezza, la fortuna, il successo, i soldi, ecc. L’essenza permette di accettare la propria mortalità o le perdite dolorose che accadono durante la vita.

Incapacità di accettare la morte e la propria mortalità come un processo spirituale più ampio; profondo conflitto riguardo alla natura transitoria della vita terrena – può fare uso di droghe e soprattutto di alcool per evitare di affrontare la sofferenza psichica e la sconfitta; profonda paura della morte e di essere mortali – attaccamento al proprio ego, bisogno psicologico di affermare la propria personalità nella società come protezione contro la morte e la mortalità – rifiuto di invecchiare che si manifesta col mantenere a tutti i costi un aspetto giovanile o con il mantenere la propria fama, lo stato sociale o la propria condizione materiale come se fossero permanenti – desiderio di essere giovani e attraenti soprattutto quando ciò è associato ad una fase di vita passata

Dr.ssa Antonella Napoli, Psicologa e floriterapeuta, P.I. 001355428886
Torna ai contenuti