ROSEMARY Fiori californiani Fes - Fiori per l'anima

Antonella Napoli
Logo Fiori per l'Anima
Antonella Napoli
Vai ai contenuti

ROSEMARY Fiori californiani Fes

Floriterapia > Fiori californiani Fes > I singoli fiori

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Persone pallide, con la pressione bassa, introverse, fisicamente eteree con mani e piedi freddi


Nome: Rosmarinus officinalis (Rosmarino)

Colore: blu-violetto

Corrisponde al rimedio francese (Deva) Romarin

Arbusto aromatico, legnoso, sempreverde, molto ramificato e occasionalmente tozzo. I giovani steli sono ricoperti di lanugine, che scompare man mano che crescono, e gli steli sono di colore rossastro e hanno la corteccia screpolata. Le foglie, piccole e molto abbondanti, hanno una forma lineare. Sono di colore verde scuro, mentre sul lato inferiore sono biancastre e ricoperte di peli. Nella zona di unione della foglia con lo stelo nascono i gruppi di fiori. I fiori hanno una corolla bilabiata in un unico pezzo. Il colore è azzurro violaceo, rosa o bianco, con calice verde o leggermente rossastro, anch'esso bilabiato e svasato. Sono fiori ascellari, molto aromatici e melliferi; si trovano all'apice dei rami, hanno due stami ricurvi saldati alla corolla e con un piccolo dente.
Persone che sono pallide, con la pressione bassa, introverse, fisicamente eteree con mani e piedi freddi. Vivono molto nella testa e quindi non hanno radicamento con la terra, oppure hanno subito una violenza e rifiutano il proprio corpo. Imbronciato, sfuggente, agonizzante. Isolamento, misantropia, annebbiamento, disattenzione.

Utile per chi non riesce a stabilire contatti e sperimentare il calore dell'anima, chiuso, scontroso e sradicato. Generalmente soffrono di scarsa memoria e cattiva circolazione sanguigna, con estremità fredde. deve imparare a comunicare ed uscire dall'isolamento
CONDIZIONE POSITIVA: Calore, comunicazione, felicità, sensibilità, sentimentalismo, realismo, tonificante.
  • Si usa con persone smemorate, assenti, eteree, poco incarnate. Questa essenza permette di abitare il corpo, donando pace interiore e uno stato di estasi.
  • Quando ci sono stati traumi fisici precoci, che fanno desiderare alla persona di lasciare il proprio corpo.
  • Fornisce calore interno sia al corpo che all'anima, quindi conviene darlo a chi ha troppo freddo.
  • Disturbi circolatori alle estremità, raffreddore, devitalizzazione. Crampi, cattiva digestione.
  • Poiché favorisce la vigilanza e la lucidità mentale, è consigliato in caso di disorientamento, dimenticanza, perdita di memoria e sonnolenza. Fa bene agli anziani, perché li ristabilisce e li rende più vitali. È un tonico per il cervello.
  • Per le persone imbronciate, sole, sradicate, prive di vitalità o stremate da grandi sforzi intellettuali, permette loro di trasformarsi in esseri felici e sensibili.
  • Per chi ha difficoltà nello scrivere, ad esempio, permette loro di esprimere la propria creatività.
  • È bene anche prenderlo temporaneamente quando si deve effettuare una trattativa.
  • Associato a Water Violet, riduce il dolore nelle affezioni reumatiche. Nell'uso esterno, nei reumatismi delle articolazioni.
  • In crema si usa anche per massaggiare i piedi freddi.
  • A differenza di Clematis, che è una sognatore, Rosemary ha perso la sua vitalità.
  • Aiuto nella conoscenza di sé.


                                       

Schema riassuntivo dell'essenza
La floriterapia non è una terapia medica, non costituisce diagnosi e cura medica e non la sostituisce in alcun modo. Le essenze floreali non sono farmaci e non hanno alcun effetto biochimico sull'organismo, ma agiscono solo sugli stati d'animo a livello emozionale in quanto non contengono particelle attive. Tutti gli esperimenti di autocura, interruzione o di riduzione arbitraria del dosaggio di farmaci prescritti, condotti al di fuori del controllo medico, ricadono esclusivamente sotto la responsabilità di chi li effettua.
Dr.ssa Antonella Napoli, Psicologa e floriterapeuta, P.I. 001355428886 Iscrizione OPL 16607
Torna ai contenuti